Nuovo Leak: L’ NSA avrebbe hackato 3 operatori telefonici Cinesi

Una notizia fresca fresca di ieri 27 giugno riporta che Edward Snowden (il famoso whistlebowler dei dati dell’ NSA) avrebbe rivelato che l’ NSA ha hackato i 3 più grandi operatori telefonici mobili Cinesi, per rubare milioni di dati contenenti SMS inviati dalla popolazione Cinese.

nsa-hacks-3-chinese-operators-nsa-eye

Una notizia che ancora non ha fatto del tutto il giro del mondo, ma che potrebbe creare non pochi problemi (diplomatici e non) tra Cina e U.S.A; da anni tra i due governi è in atto una cyberguerra micidiale, fatta di hacking, leaks di informazioni e depistaggio.

Non è la prima volta che Washington accusa la Repubblica Popolare Cinese di aver perpetrato hacking nei confronti di tecnologie Americane, ma questa volta si hanno le prove del contrario, e a confermare ciò è il famoso Snowden.

Secondo Snowden, l’ NSA avrebbe hackato i database di 3 operatori telefonici mobili sotto China Mobile, rubando milioni e milioni di dati riguardanti SMS spediti dal popolo cinese: Fang Binxing, direttore dell’ Università di Shangai e uno dei creatori del grande Firewall Cinese, più di una volta ha indicato che importare hardware telefonico da ditte internazionali (come ad esempio Cisco) equivale a mettere a rischio la sicurezza nazionale Cinese, in quanto l’ hardware sarebbe programmato per avere backdoor e accessi particolari, sfruttabili dal governo Americano.

Il centro per la coordinazione emergenze tecniche della rete Cinese (Coordination Center of Emergency Technical Response for China’s network), ha dichiarato che nei primi 5 mesi del 2013 hanno ricevuto più di 13.408 attacchi da parte di virus; questi virus avrebbero hackato più di 5.60 milioni di computer Cinesi.

Non so voi, ma io non vedo l’ ora di leggere il continuo di questa storia.

Kudos, Daneel

Fonte – Hackread